Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione della Provincia di Varese

Percorso


Strict Standards: Declaration of JCacheControllerView::get() should be compatible with JCacheController::get($id, $group = NULL) in /web/htdocs/www.tsrmvarese.it/home/libraries/joomla/cache/controller/view.php on line 137

Chi è il T.S.R.M.?

PROFILO PROFESSIONALE

I Tecnici Sanitari di Radiologia Medica, in Italia, sono quasi 22.000, buona parte dei quali è femminile.

Chi è il TSRM

Il TSRM è una figura professionale in possesso di Laurea di primo Livello, che esegue autonomamente o in collaborazione con il Medico Radiologo ed altri specialisti sanitari le prescrizioni mediche, che richiedono l’uso delle radiazioni ionizzanti, sia artificiali che naturali, di energie termiche, ultrasoniche, di risonanza magnetica.
Il TSRM interviene altresì nella protezionistica fisica e dosimetria, partecipa alla ricerca scientifica di settore ed espleta la propria attività nelle strutture sanitarie pubbliche e private.
Il TSRM esegue le modalità diagnostiche relative alla:

  • Radiodiagnostica tradizionale
  • TAC (Tomografia Assiale Computerizzata)
  • Radioterapia
  • Risonanza magnetica
  • Medicina nucleare
  • Fisica sanitaria
     

COME SI DIVENTA...

Percorso formativo
Dopo aver conseguito un qualsiasi diploma di scuola media superiore è necessario iscriversi al corso di Diploma Universitario per laurea in Tecniche di Radiologia Medica per immagini e Radioterapia Medica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia. Qualora il numero degli aspiranti al corso sia superiore a quello dei posti disponibili, l’accesso è subordinato al superamento di un esame. La durata del corso è di 3 anni. Il corso, suddiviso in semestri, prevede 1600 ore di teoria e 3000 ore di attività pratica (simulazioni, esercitazioni, tirocinio) per un totale di 4600 ore; si conclude con un esame finale di Diploma con valore abilitante all’esercizio della professione e ha validità in tutta la UE.

Altri requisiti necessari
Per svolgere la professione di tecnico sanitario di radiologia medica è necessario essere iscritti all’albo professionale.

Modalità di accesso
Il tecnico sanitario di radiologia medica può lavorare in rapporto di dipendenza o libero professionale. L'accesso alla professione nel settore pubblico avviene attraverso concorsi. Nel settore privato, oltre che come dipendenti, si può lavorare come libero professionisti
Per informazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Conoscenze essenziali
Il tecnico sanitario di radiologia medica deve avere conoscenze di base di analisi matematica, statistica, informatica, chimica, biologia e anatomofisiologia [struttura e funzionamento dell’organismo umano].Deve avere conoscenze più approfondite di patologia generale [le malattie dell’organismo umano] con particolare riferimento agli effetti delle radiazioni e alle tecniche radiologiche e radioterapiche, di tecnologia radiodiagnostica, di diagnostica per immagini, di radioterapia, di bioingegneria elettronica, di elettrotecnica, di misure elettriche ed elettroniche, di fisica, di fisica nucleare, di biofisica, di cibernetica, telecomunicazioni, farmacologia, igiene.Deve avere, inoltre, alcune conoscenze trasversali per le figure professionali comprese nelle aree del personale tecnico, infermieristico e della riabilitazione come quelle relative al complesso delle norme etico-sociali che disciplinano l’esercizio della professione.

RIFERIMENTI decreto ministeriale 26 settembre 1994 n. 746
In relazione all'art. 112 è stato emanato ancora dal Ministro della Sanità in data 14/02/1997, il decreto avente per oggetto: "Determinazione dei criteri minimi di accettabilità delle apparecchiature radiologiche ad uso medico ed odontoiatrico nonché quelle di medicina nucleare, ai sensi dell'art. 112, comma 3, del decreto legislativo 17 marzo 1995, n° 230", pubblicato sulla G.U. - SerieGenerale - n° 58 del 11/03/1997.
Infine in osservanza del comma 2 dell'art. 113 sempre dal Ministro della Sanità è stato emanato in data 14/02/1997 il decreto avento per oggetto: "Determinazione del tipo, modalità e periodicità del controllo di qualità da parte del fisico specialista o dell'esperto qualificato delle apparecchiature radiologiche e di medicina nucleare ai sensi dell'art. 113, comma 2, del decreto legislativo 17.3.1995, n° 230", pubblicato sulla G.U. - Serie Generale - n° 58 del 11/03/1997.
5) Altre norme che possono incidere sulla sfera di competenza professionale sono quelle che nascono dall'ultimo comma dell'art. 63 del DPR 20/12/1979, n° 761.
In osservanza di tale norma è stato emanato il DPR 07/09/1984, n° 821, titolato appunto: "Attribuzioni del personale non medico addetto ai presidi, servizi e uffici delle USL". Il Capo IX° del medesimo riporta le attribuzioni del "personale tecnico sanitario". Le disposizioni ivi contenute hanno validità generale per tuttto il personale tecnico sanitario, così come denominato nel ruolo sanitario dall'art. 2 commi 1 e 3 del DPR 761/79.
In detto Capo IX° nell'ambito dello stesso profilo professionale di TSRM, così come voluto dal terzo comma art. 2 del ricordato DPR 761/79, nell'allegato 1 Tabella L, del ruolo sanitario sono riportate le due posizioni funzionali di qualsiasi profilo professionale del tecnico sanitario. Dette posizioni o qualifiche funzionali sono rispettivamente quelle di "operatore professionale coordinatore" e di "operatore professionale collaboratore".
Ai fini generici della sfera di competenza professionale (e non funzionale) una certa rilevanza assume l'art. 24 del DPR 821/84.
6) Significato particolare e rilevante ha oggi il decreto del Ministero della Sanità n° 746, del 26/09/1994, contenente il "Regolamento concernente l'individuazione della figura e del relativo profilo professionale del tecnico sanitario di radiologia medica", dato ai sensi dell'art. 9 della legge 19/11/1990, n° 341, ai fini della istituzione del Diploma Universitario.
La normativa del regolamento in questione viene ad integrare e ad esplicitare la legge 31/01/1983, n° 25 la quale resta sempre la fonte principale e non abrogabile se non dal Parlamento, in quanto essendo stato da questi è legge formale e come tale avente la massima forza normativa. D'altro canto a tal proposito lo stesso art. 1 comma 2, del citato decreto 746/94, afferma:
"Il tecnico sanitario di radiologia medica è l'operatore sanitario abilitato a svolgere, in confomità a quanto disposto dalla legge 31 gennaio 1983, n° 25.................".

Scarica il Codice deontologico del Tecnico Sanitario di Radiologia Medica

Condivisione


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.tsrmvarese.it/home/modules/mod_nice_social_bookmark/mod_nice_social_bookmark.php on line 151
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin

Informazioni

Alcuni documenti presenti su questo sito sono stati presi da internet. Se ritenete di avere qualche diritto su immagini, materiali o informazioni che infrangono le leggi sul copyright contenuti nel sito e non volete che vengano pubblicati, scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. provvederemo alla loro immediata rimozione.

 

Contatti

Tel. 0332 282854
Fax. 0332 282854
 

Via Belforte, 178
Varese, 21100
 
          tsrmvarese@libero.it
 
 
 
 
 
L'Ufficio di Segreteria è aperto il GIOVEDI dalle ore 17,00 alle ore 19,00